Rinviate al 31/01/2021 le cartelle di pagamento con scadenze comprese tra 8marzo-31 dicembre 2020

Il DL 129/2020 del 20/10/2020, ha prorogato al 31/01/2021 tutte le scadenze delle cartelle di pagamento conprese tra 8marzo e il 31 dicembre 2020.
Contemporaneamente ha spostato il termine di decadenza/prescrizione al 31/12/2022 di tutte le cartelle che dovevano essere notificate entro il 31/12/2021 per ruoli consegnati all’esattore nel periodo 8marzo-31dic 2020.

Il DL 18/2020, aveva sospeso con l’art 60 il pagamento di :
-cartelle di pagamento;
-avvisi di accertamento e avvisi INPS;
-accertamenti Dogana x iva in importazione;
-ingiunzioni fiscali di Enti locali ex RD 639/1910;
-atti esecutivi emessi da Enti locali ex art , c.792 finanziaria 2020.
Pertanto risultavano sospesi, circ 25/E del 20/08/2020, tutti :
-i pagamenti delle cartelle e senza maturazione d’interesse;
-le azioni esecutive;
-la notifica di nuove cartelle.

L’importo da pagare il 31/01/2021, a richiesta del contribuente può essere prorogato.
Inoltre, per la decadenza dal piano di rateazione in corso o derivanti dalle istanze presentate entro il 31/12/2020 occorre che siano 10 le rate omesse, anche non consecutive.

Le rate della rottamazione-ter e del c.d. debito e stralcio non pagate nel corso del 2020 devono essere pagate entro il 10/12/2020.
Per tale scadenza, ad oggi, non è prevista alcuna tolleranza di ritardo.
Attenzione: anche un solo giorno di ritardo fa perdere i benefici della rottamazione.