Le aliquote IRPEF negli avvisi di accertamento

Obbligo di indicare negli accertamenti le aliquote IRPEF applicate per determinare l’imposta.

Norma semplice, ma interpretazione della Cassazione complessa e contraddittoria.

L’art. 42, titolato “ Avviso di accertamento”, del dpr 600/73 prescrive: “ …. L’avviso di accertamento deve recare l’indicazione dell’imponibile o degli imponibili accertati, delle aliquote applicate e delle imposte liquidate, al lordo e al netto delle detrazioni,…. L’accertamento è nullo se l’avviso non reca la sottoscrizione, le indicazioni e la motivazione di cui al presente articolo.” Continue reading

Iva in edilizia dal 26 giugno 2012

Ritorno al passato per l’iva in edilizia , ma con variante per la previsione del reverse charge in alcune fattispecie e per l’impossibilità per le immobiliari di optare per l’iva nelle locazioni e cessioni di unità abitative, escluse quelle sociali. Il DL 83/2012, denominato “decreto crescita”, in vigore dal 26/06/2012 riscrive i numeri 8), 8bis e 8ter dell’art. 10 del dpr 633/72, rubricato “operazioni esenti dall’imposta”. Continue reading

Reverse Charge IVA. Come funziona?

Reverse charge IVA

E’ la regola che inverte l’obbligo di emissione fattura: è chi paga che emette un doppio documento (o integra, nei casi previsti, quello emesso senza iva da chi riscuote) con iva, da registrare sia sul registro acquisti che  sul registro vendite.

Il motivo dell’introduzione di tale norma, su specifica autorizzazione della Comunità Europea, per determinate operazioni commerciali è quello di evitare in tutti i paesi europei le cosiddette “frodi carosello”: in pratica, il soggetto debitore iva, emette la fattura con iva e scompare (non versando così il debito Iva all’erario), mentre chi riceve la fattura detrae per intero l’iva. Continue reading